• I miti e la natura

    Enea e il ramo d’oro

    Virgilio, nel VI Libro dell’Eneide, racconta che Enea chiede alla Sibilla di accompagnarlo nell’Ade, il regno dei morti, per raggiungere e rivedere suo padre, col quale parlare. La Sibilla acconsente al suo desiderio, purché Enea le porti un ramo d’oro che si trova nascosto nei boschi lì intorno (e dia, prima, inoltre, sepoltura a un suo compagno morto). «Nascosto in un albero ombroso si trova un ramo che ha le fogliee il gambo flessibile entrambi d’oro, noto per essere sacro a Prosèrpina;tutto il bosco lo protegge e le fitte ombre delle convallilo cingono. A nessuno è concesso di entrare nei regni misteriosi della terrase prima non coglie dall’albero il germoglio…

Newsletter

Vuoi iscriverti alla newsletter per ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi? Compila il form! Grazie :-)