• Il quaderno del giardiniere

    Il senso più profondo della primavera

    Questo mese, ho messo a dimora i bulbi a fioritura estiva, i bulbi primaverili. Mi fa sorridere la distinzione tra bulbi autunnali e primaverili, perché spesso crea molta confusione. Invece, è semplice: i primi, i bulbi autunnali, vengono interrati in autunno e fioriscono in primavera, i secondi, i bulbi primaverili, vengono interrati ora e sbocciano in estate. Ci sono bulbi anche a fioritura autunnale: si piantano a luglio. Ma non li si può chiamare bulbi estivi, perché anche così sono chiamati i bulbi primaverili. Spesso i vari tipi vengono perciò scambiati tra loro, in realtà il criterio è semplice: basta guardare al periodo della semina, sapere quando piantarli, per distinguerli.…

  • Il quaderno del giardiniere

    Il taccuino di Febbraio

    Apro il mio taccuino giusto per annotare una breve mia riflessione e un’altra poesia, dopo quella di gennaio. Febbraio è il mese del fermento. È ancora piuttosto freddo ma le mattine e i pomeriggi si fanno più frizzanti e l’intensità della luce e l’azzurro del cielo iniziano a cambiare. Il clima è mite e fiori di tarassaco, le margherite, le violette selvatiche e persino dei ranuncoli sono sparsi per il prato. Quest’anno ho deciso di riprendere il mio diario cartaceo, quello in cui annoterò semine, fioriture spontanee e coltivate e tutto ciò che di particolare della natura mi colpirà andando in giro. Lo consiglio anche a chi non ha un…

  • Il quaderno del giardiniere

    Gennaio

    Gennaio è, per ogni buon giardiniere, il mese in cui fare ordine. Controlla lo stato degli attrezzi messi al riparo, ripulisce i vasi per le future semine, scarta e getta quelli rotti. Scende in giardino soprattutto per passeggiare e ammirare l’azione del gelo, che benefica il terreno e crea, posandosi sugli alberi, sui fili d’erba, sulle foglie cadute, quadri d’autore incomparabili e impareggiabili. Sfoglia cataloghi, riviste e manuali di giardinaggio – almeno… questo è ciò che faccio io – nelle lunghe sere della stagione davanti al calore della stufa. Sono andata a cercare l’etimologia della parola gennaio. Viene dal latino (mensis) Januarius, mese dedicato a Giano. Fu Numa Pompilio, il…

  • alberi in dicembre
    Il quaderno del giardiniere

    Dicembre tra gli alberi

    Dicembre scrive, con ogni suo giorno, pagine intere di poesia sulla natura, e sugli alberi in particolare, e ce le fa leggere e scrivere insieme a lui, orgoglioso di un compito tanto importante. Gli alberi e gli arbusti decidui hanno perso le foglie. I loro rami, si dice solitamente, sono messi a nudo dalla stagione, ma io non lo penso perché sono spogli, privi di foglie, ma perché quel loro scoprirsi ha tanto (riflessioni, sentimenti, emozioni, pensieri…) da suggerire e da raccontare al cuore. Wang Ya-Ping, poetessa cinese, scrive in un suo componimento: Un albero seccofuori dalla mia finestrasolitarioleva nel cielo freddoi suoi rami bruni. Il vento rabbioso, la neve…

  • Il quaderno del giardiniere

    Novembre

    Scrivo volutamente questo breve post oggi, che è l’ultimo giorno di novembre. Il mese di novembre, che è un mese autunnale, è diverso dagli altri mesi dell’anno: è come se l’anno terminasse il 30 di novembre e non il 31 dicembre, quando l’inverno è al suo inizio. Mi sono chiesta la ragione di questo fatto e questa per me è la risposta. Novembre è il mese in cui il tempo meteorologico presenta una ricchezza di variazioni quotidiane davvero paragonabile a una melodia armonica. Un giorno splende il sole, un giorno il tempo sereno scopre un azzurro che trasmette una sensazione di quiete e d’infinita, splendida vita, un azzurro che non…

  • Il quaderno del giardiniere

    Il quaderno del giardiniere: ottobre

    Guardo i campi arati e mi vien da pensare che questo è, per loro, il periodo dell’anno migliore. La terra si prepara al riposo invernale sotto le ultime soleggiate di ottobre. Il sole tiepido non la ferisce ma la riscalda con dolcezza. Mi piace l’idea che la terra lo sappia bene e ne sia immensamente grata. Ottobre è il mese in cui la natura, le piante, i paesaggi restituiscono un grande senso di calma. Entrare in giardino, passeggiare per campi e boschi significa godersi, senza fretta, l’ultimo scorcio di bella stagione. Ogni giorno mi fermo, più volte durante la giornata, a guardare lo spettacolo del cielo e le sue mutevoli,…

  • Zinnia arancione
    Il quaderno del giardiniere

    Il quaderno del giardiniere: settembre

    Settembre è un mese amato da ogni giardiniere, in particolare da chi ha un estro gentile e romantico. Dopo aver vissuto il caldo prolungato e secco di giugno e luglio, ad agosto, per quanto la temperatura possa continuare a essere elevata, il colore del cielo, la brillantezza della luce, il verde dell’erba sono il prologo del mese che sta per arrivare. E questo non sfugge al giardiniere che ama lasciarsi cullare dai sogni e che aspetta settembre per vedere blu spettacolari, sentire l’erba tenera e di smeraldo accarezzargli la pelle e per godere del sole non più accecante e dell’ombra davvero fresca. Settembre è, anche, il mese della ripresa del…

Newsletter

Vuoi iscriverti alla newsletter per ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi? Compila il form! Grazie :-)