È arrivato il freddo

Dopo un settembre decisamente caldo e un ottobre che, stando al suo inizio, sembrava proseguire per intero sulla stessa scia (la settimana scorsa per qualche giorno ho dovuto mettere i pantaloni corti!), oggi è il 16 ottobre, l’aria è fredda e sembra l’autunno sia finalmente arrivato.

L’autunno, per me, è una stagione pregiata e dolce: il sole è ancora luminoso e il suo tepore mi riscalda, le piogge sono benefiche per la terra e i corsi d’acqua. Le piante vanno in quiescenza. I cieli sono spesso tersi, sgombri di nubi e quando giungono le nuvole a coprirne il manto azzurro ne sono ugualmente felice. L’oscurità della sera e della notte si posa sulla natura e sul cuore delicata, è accogliente, è come un abbraccio sincero e sorridente. Amo i momenti autunnali perché mi ispirano riflessioni e pensieri che altre stagioni od occasioni non susciterebbero – e di cui avrei nostalgia.
Non vedo l’autunno come una stagione spenta, legata al passato, che guarda a ritroso. Per me è un tempo in cui stare e sostare. Un tempo che vede nel futuro ma anche, e forse soprattutto, che riconosco come mio. Amo immergermi nei colori delle foglie, vederle diventare gialle, arancio, rosse, sentirne il crepitio sotto i miei passi ma ancor di più coglierle da terra e tenerle tra le mani, quasi fossero farfalle. Amo vedere gli alberi che si preparano al riposo invernale, rivestiti non più delle foglie ma soltanto dei rami, dell’aria e dell’atmosfera della stagione. Mi piace osservarli in autunno perché se ne vede distintamente il disegno, che svela, piena, la maestà del loro essere.

Le ultime rose stanno fiorendo, ho scorto anche una Rudbeckia. In questi giorni continuerò a preparare il mio piccolo quadretto di giardino per l’inverno. Toglierò le piante secche, l’erba che ha fatto capolino negli angoli e lo vangherò. Nei vasi ho per lo più piante che resistono al freddo, solo alcune dovrò metterle al riparo, non appena la temperatura non permetterà più che restino all’esterno.

Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *